EfficaceMente

Crescita Personale: esempi pratici

135.203
Iscritti
ISCRIVIMI 》
Iscriviti! ...e non perdere i nuovi articoli
In regalo per te gli estratti delle mie Guide

10 modi per riprenderti il tuo tempo

Gestione del tempo: 10 idee per smettere di sprecare tempo ed imparare a liberare minuti preziosi per fare ciò che ami.

gestione del tempo

“Ho sciupato il tempo, e ora il tempo sciupa me.”

William Shakespeare.

Parafrasando Benjamin Franklin potremmo dire che al mondo niente è inevitabile, tranne la morte, le tasse e… il trascorrere del tempo. Il tempo, se è inevitabile nel suo trascorrere, è anche la risorsa più democratica che conosca: in una giornata tutti ne abbiamo esattamente lo stesso ammontare, 86.400 secondi.

Eppure, parlando di tempo, le persone si dividono in 2 categorie:

  • quelle che rincorrono continuamente 1.000 impegni e arrivano a fine giornata avendo realizzato poco o niente;
  • quelle che realizzano più delle altre e riescono anche a creare il tempo per ciò che amano di più nella loro vita.

Tu a quale categoria appartieni? Se appartieni alla seconda, avrai già smesso di leggere questo articolo e ti starai occupando di qualcosa di più importante, ma… se è nella prima categoria che ti immedesimi, ecco di seguito 10 idee per riprenderti il tuo tempo:

  1. Metti il dovere davanti al piacere. Impara a fare le cose importanti all’inizio della giornata; se parti con il piede giusto, darai un ritmo diverso alla tua giornata. Riuscire a metterti alle spalle un grosso impegno prima delle 10:00 del mattino significa affrontare il resto della giornata in discesa. Se al contrario le tue prime ore della mattina le passi tra una pausa caffè, una sbirciatina su Corriere.it e un aggiornamento al tuo profilo su Facebook, a fine giornata sarai più insoddisfatto e più stressato… ma vuoi mettere? in compenso avrai scritto un mare di ca…te su Feisbuc! ;-)
  2. Impara a dire no. Continui a dire SI a tutte le richieste che ti piovono addosso, anche se vorresti semplicemente rispondere NO?! A volte essere egoisti è la scelta giusta; suona male vero? Ma non è annullandoti che riuscirai a dare maggiore aiuto… o ad attirare l’attenzione.
  3. Trova le tue attività sciupa-tempo. Ti ritrovi a vagare per internet senza meta? O magari passi ore a guardare la TV? Se vuoi riprenderti il tuo tempo devi partire dalle tue attività sciupa-tempo, individuarle e ridurle ai minimi termini. Prova questo piccolo esercizio: per i prossimi 3 giorni registra le tue attività, cerca di avere un’idea di massima del tempo che dedichi alle diverse attività della giornata. Se lavori molto al computer ti consiglio RescueTime: è un software di time management completo e… gratuito.
  4. Sfrutta i tempi morti. Ti è mai capitato di trovarti in fila alle poste e pensare che potresti impiegare il tuo tempo… decisamente meglio?! Impara a sfruttare questi tempi morti a tuo vantaggio. Quando ti troverai nuovamente in fila in posta/banca/supermercato o in viaggio in bus/treno/metro/tram, utilizza quei minuti per leggere qualche paragrafo di un libro, per programmare al meglio il resto della giornata, per ascoltare un audiolibro o un podcast sul tuo argomento preferito, per controllare la tua casella e-mail, per fare quella telefonata che non hai mai tempo di fare (a bassa voce per favore), per ____________ (usa la tua fantasia, le possibilità sono infinite).
  5. Elimina i tempi morti. Ma perché stare in fila in banca se puoi averla a portata di mouse?! Banche come Fineco o IWBank, offrono ottimi servizi di banking online; per non parlare della possibilità di fare la spesa on-line sui siti dell’Esselunga o della Coop. Non so tu, ma l’idea di farmi 1h di fila alla cassa del super il sabato pomeriggio, non mi entusiasma particolarmente!
  6. Ripensa le tue routines. Tutti noi abbiamo le nostre routines giornaliere e a volte è sufficiente ripensarle un pochettino per riprenderci minuti preziosi. Accorpa le attività che puoi fare nello stesso luogo, elimina quelle inutili, crea ogni giorno lo spazio per le “routines”che ami.
  7. Impara a delegare. Chi fa da se fa per tre… ma chi impara a delegare fa per mille. Impara a responsabilizzare gli altri, spendi del tempo per formarli; il tempo che investirai ti verrà restituito con gli interessi.
  8. Pianifica la tua giornata. Non tutti amano pianificare la propria giornata: c’è chi si sente ingabbiato e chi semplicemente lo trova inutile. Eppure programmare la propria giornata in anticipo può essere un esercizio molto interessante. Pianificando la tua giornata puoi capire cosa sarai in grado di fare e cosa invece no, impari a conoscere meglio i tuoi tempi e a dare le giuste priorità.
  9. Usa i time-box. Ti ho già parlato della legge di Parkinson, quindi saprai che avere scadenze sfidanti ti permette di fare il doppio delle cose in metà del tempo. Applica questo principio anche per attività particolarmente lunghe: dividile in sotto-attività e fissa dei limiti di tempo (time-box) di 30 minuti, massimo 1 ora, per completarle. Questo piccolo trucco ti permetterà di liberare più tempo di quanto immagini.
  10. Disconnettiti. Sai qual è il bene più bramato dai pubblicitari? la nostra attenzione. La TV, i giornali, internet richiedono la nostra attenzione e quindi il nostro tempo (per la pubblicità) in cambio di intrattenimento ed informazione. Imparando a disconnetterci, di tanto in tanto, impareremo a liberare il tempo per le cose che veramente amiamo. Beh… naturalmente puoi fare una deroga iscrivendoti alla newsletter del blog! ;-)

Foto di bogenfreund

Rimandi sempre tutto a domani?

Iscriviti alla newsletter e scarica l'estratto di Start! La guida per smettere di procrastinare

Iscriviti alla newsletter di EfficaceMente! Subito in omaggio per te l'estratto di Start! la guida pratica per sconfiggere la procrastinazione.

INVIAMI L'ESTRATTO 》
Già 135203 iscritti
Sarai dei nostri?
  • Mi piace soprattutto il punto sulla routine. Ripensare il modo in cui affrontiamo tutta o parte della giornata non solo aiuta a migliorare la propria resa (parlando strettamente di lavoro da fare) ma aiuta a non fossilizzarsi mentalmente.

  • Grazie Francesco per il commento. Devo dire che proprio ripensare alcune delle mie routines, soprattutto mattutine, mi ha aiutato ad organizzare meglio la giornata, e a trovare lo spazio per le mie passioni.

  • Incredibilmente interessante come sempre. Alcune cose le sapevo. Ma mi piace il modo in cui le hai organizzate!!

    Proverò sicuramente il punto 1 sul portare a termine un bell’impegno prima delle 10 !!
    E il punto 7 sulle deleghe… anzi se puoi farmelo vorrei un approfondimento sull’argomento :D

    Aggiungerei che un’altra strategia utile (almeno per me funziona ottimamente) è quella di NON dire MAI “..lo faccio dopo!” per le cose noiose.

    Perchè: o perdi totalmente la voglia oppure te ne dimentichi. Inoltre la legge di parkinson giocherà a tuo svantaggio perchè vedrai il tempo restringersi e il carico di lavoro aumentare, quindi avrai sempre meno voglia di fare il tuo dovere, finchè non manderai a quel paese tutto.

    Esempio stupidissimo: stai cucinando, ti chiama mettiamo tua zia per dirti di avvertire il più presto possibile un’altra persona riguardo una questione molto importante. Non dirti: “lo faccio dopo” .. te ne dimetnichi sicuramente, perchè il nostro cervello è fatto per oscurare ciò che pensiamo possa essere fastidioso.
    Forzati di prendere il telefono e mentre continui a mescolare il sugo, chiama, avverti in 20 secondi, e il gioco è fatto. Ti sentirai molto meglio.. e avrai fatto qualcosa di utile.

    Questo si può applicare a 1000 piccoli altri esempi.

    Altra cosa che posso aggiungere, come ho scritto nel mio ultimo post, è che spesso passiamo intere ore chiusi nelle nostre teste. E non ci connettiamo col presente, col mondo esterno, e con gli eventi. Questo ci fa perdere incredibili quantità di tempo..!!

  • Giusto Marco! Rimandare, procrastinare è una delle peggiori insidie… e il metodo che suggerisci nel tuo articolo, trovo che calzi a pennello. Non pensare, FAI.

    Il pensiero in passato era uno strumento che l’uomo utilizzava per risolvere problemi pratici, poi nell’età moderna ha preso sempre più spazio e… non riusciamo a spegnerlo ;-)

  • perditempo

    Io appartengo alla seconda categoria e l’ho trovato interessante…ma….c’è un solo problema…sul punto 1…io provo a mettere avanti il dovere…solo ke mi prende l’ansia..così per diminuirla l’unica cosa che riesco a fare è lavorare facendo pause su facebook..msn..forum vari…
    alla fine della giornata resta un sacco di lavoro da fare…giornate inconcludenti..ansia ancora più forte…e vadoa letto all’alba…facendo le cose all’ultimo minuto prima di dormire.
    hai un consiglio per me?
    te ne sarei grata
    grazie

  • Ciao e benvenuta sul blog ;-)

    Hai provato con i time-boxes del punto 9? Per me si sono dimostrati molto efficaci.

    Se le scadenze ti mettono ansia prova questa semplice variante:
    – fissa un ammontare di tempo di lavoro ridicolmente breve. Se 30m sono troppi, prova con 20m o 15m.
    – elimina le distrazioni. Se per completare le tue attività non ti serve Internet, disconnettiti, chiudi il browser, in fondo si tratta solo di 15m…
    – se dopo 15m senti che riesci ad andare ancora avanti, approfittane. Altrimenti fermati e premiati con una bella navigata o quello che preferisci.

    Prova a ripetere questo processo più volte durante la giornata, cercando ogni volta di allungare il time-box di qualche minuto. Non esagerare però: piccoli passettini. ;-)

    Fammi sapere come va!

  • Matteo

    Andrea, davvero si può fare la spesa online dalla coop? Ho provato a guardare sul sito e-coop.it ma non ho trovato nulla. Potresti darmi maggiori informazioni?

    Grazie!

  • Ciao Matteo,
    ti confermo che la coop ti permette di fare la spesa on-line: ecco il link.
    Vale solo per Roma. Per quanto riguarda l’Esselunga invece, posso dirti per esperienza diretta che il servizio è sicuramente attivo a Milano.

    Andrea.

  • Michele

    Bel post. Scusa, so che è un po’ vecchio ma voglio dirti comunque la mia: non mi sembra molto giusto “delegare”. Ho un amico che è un esperto in questo e non mi piace questo suo comportamento.
    Innanzitutto delegare non lo possono fare tutti, può farlo chi ha autorità più alta ad esempio in ambito lavorativo. Per gli altri sarebbe meglio di no a mio avviso o almeno se occorre farlo si dà in cambio un compenso o si fa un favore. A parte che chi delega un lavoro ad un altro ed è dello stesso “rango” prima o poi gli arriverà comunque una delega anche da parte sua (mi pare giusto, però magari è più scocciante questa situazione perchè non la si può controllare).
    Insomma non sto dicendo che è sbagliato in assoluto ma che alla lunga può diventare più uno sfruttare l’altro e questo può rovinare i rapporti e poi lo vedo più come una debolezza, ognuno dovrebbe essere in grado di badare a se stesso, non trovi?

    Ciao ;)

  • Relax

    GRAZIE perchè ogni giorno che passa imparo sempre nuove cose dal tuo blog :)

  • Tikkei

    Allora, uno dei miei problemi più grandi è che, sebbene riesco a tenere testa a tutti (o quasi:) gli impegni della giornata, non mi accorgo che il tempo vola e non ho tempo per la mia vita sociale. per esempio: io devo studiare molto in questi giorni siccome do gli esami al conservatorio, e quando finisco sono molto stanco, e allora penso: finisco quel libro, guardo quel film di cui mi hanno parlato tanto, vado avanti a scrivere i miei romanzi. e se riesco lo faccio, il problema è che non prendo aria, non vedo spesso amici, insomma, per quanto sia allettante il riposo, poi mi pento di non riuscire a vedere mia nonna malata, oppure l’ amico che mi aveva telefonato una settimana fa per chiedermi quando ci vediamo.
    Sono continuamente alla ricerca del fare di più e fare meglio, sebbene sia in contrapposizione al tuo metodo Sm2, mi ha sempre dato dei risultati. ma arriva un certo punto in cui gli impegni ti soffocano e non riesci a fare tutto quello che facevi una volta, e sebbene eri soddisfatto dei tuoi risultati non potevi viverci. per esempio: ho quasi finito dei miei romanzi. però, è assolutamente rischioso mollare tutto per dedicarsi alla scrittura, ma non lo scoprirò mai, perchè non ho il tempo di finire i romanzi. l’ estate scorsa ero capace di scrivere mezzo libro in una settimana, ma adesso…
    il desiderio di lavorare tanto per ottenere il risultati sperati mi affascina, ma non mi accorgo che il tempo passa e alcune cose potrebbero non tornare più…
    Insomma, non ne voglio fare un dramma, ma risulterei molto alleggerito se riuscissi a trovare una soluzione a questo mio problema.
    Se hai voglia di rispondermi ti sarò grato per l’ ennesima volta.
    Grazie e buona giornata!

    • Tikkei

      ah, dimenticavo di dire che non posso eliminare i miei impegni entro le 10 perchè per suonare bisogna aspettare almeno le 10, poi bisogna smettere alle 13 e riprendere dalle 15: 30 alle 19. insomma, non porta via tantissimo tempo, ma sono le ore centrali.

  • Rosalba

    Grande consiglio…
    Da seguire.

  • Rosalba

    Io appartengo “?”
    Lavoro…lavoro…rientro a casa lavoro
    Fine settimana da incubo x tutto quello che non ho fatto.
    Dovro’ realizzare un piano da super eroe x realizzare qualcosa” mia”
    Comincio a prendere appunti spulciando i tuoi consigli .

ISCRIVIMI 》
Iscriviti! ...e non perdere i nuovi articoli
In regalo per te gli estratti delle mie Guide