EfficaceMente

Crescita Personale: esempi pratici

135.200
Iscritti
ISCRIVIMI 》
Iscriviti! ...e non perdere i nuovi articoli
In regalo per te gli estratti delle mie Guide

Programmi di crescita personale: solo minchiate?!

4 pratici consigli per ottenere risultati concreti dai programmi di crescita e miglioramento personale.

“Che tu ci creda o meno, avrai sempre ragione”

Henry Ford.

Se segui EfficaceMente, ci sono buone probabilità che tu abbia già letto libri di crescita personale, ascoltato audiolibri o podcast di self-help e magari partecipato anche a qualche seminario di qualche para-guru dello sviluppo personale.

Eppure, nonostante tu abbia appreso così tante lezioni di miglioramento, in fondo la tua vita non è cambiata di molto: anzi, dopo aver speso fior di quattrini in libri, dvd e corsi dal vivo, inizi ad avere il vago sospetto che tutte queste americanate new-age-self-help-motivazionali siano… solo minchiate!

“Mah si… sono solo minchiate! Oppure sono io a non avere sufficiente auto-disciplina?! In fondo, l’ultima volta non ho neanche finito di leggerlo quel libro di crescita personale! Però è anche vero che per fare tutto quello che suggeriscono, bisognerebbe avere giornate da 48 ore! Io non ho tempo! Insomma sono confuso! Ho bisogno di risposte!”

La risposta è dentro di te… ma è sbagliata! ;-)

Ecco allora 4 pratici consigli per ottenere finalmente i risultati promessi dai programmi di crescita personale.

  1. Crea l’abitudine dello sviluppo personale. Il metodo migliore per cambiare vita, non è vincere al superenalotto, o fuggire in Brasile, il metodo migliore per dare una svolta alla tua vita è quello di cambiare abitudini: se vuoi far funzionare veramente un programma di crescita personale è arrivato il momento che il miglioramento personale diventi parte della tua vita quotidiana. Ritagliati 15 minuti al giorno da dedicare al miglioramento di te stesso: leggi un libro di self-improvement, sfoglia gli articoli dell’archivio di EfficaceMente, pratica una delle tecniche di self-help che hai imparato. Solo mantenendo un focus quotidiano sul cambiamento, vedrai i cambiamenti realizzarsi.
  2. Credici. Non sono un grande fan della Legge di Attrazione, ma “che tu ci creda o meno, avrai sempre ragione” (Henry Ford). Se inizi un progamma di crescita personale con la convizione che sia l’ennesima cavolata, stai soltanto perdendo il tuo prezioso tempo. Dopo anni di esperimenti, posso dirti che non esiste il programma di crescita personale perfetto, ma esiste soltanto una perfetta determinazione: se hai la motivazione sufficiente per cambiare, il libro di crescita personale è solo un catalizzatore, uno strumento. Non è necessario che tu creda a qualsiasi nuovo ritrovato dell’industria self-help, ma è fondamentale che tu creda di poter cambiare.
  3. Non esagerare. Riuscire a memorizzare libri di 200 pg in 40′, leggere l’enciclopedia Treccani in mezza giornata, guadagnare stipendi a 6 cifre: i guru della crescita personale hanno la dote innata di creare in noi false aspettative. La realtà è che nel lungo periodo otterrai risultati ben più gratificanti di quelli promessi, ma nel breve periodo raggiungerai traguardi ben più modesti. Non disprezzare queste piccole vittorie, perché sono le fondamenta di ogni grande successo. Quando sei all’inizio del tuo percorso di crescita personale impara a porti obiettivi realistici, anzi meglio, fissa obiettivi spudoratamente semplici: abitua il tuo cervello a centrare il bersaglio, avrai sempre tempo per rendere le sfide più difficili.
  4. Leggi meno ed applica di più. Detto da uno che ti vorrebbe sempre attaccato al monitor a leggere i suoi articoli e a cliccare da un link all’altro, puoi fidarti: smettila di leggere materiale sulla crescita personale! E’ arrivato il momento di mettere in pratica quanto hai imparato. La parola d’ordine è: sperimentare. Leggere è solo il punto di partenza: soltanto l’azione crea vero cambiamento. Beh, se non ne puoi fare proprio a meno, puoi sempre iscriverti gratis alla newsletter di EfficaceMente! ;-)

Foto di Majiscup – Drink for Design

Problemi con gli Esami?

Iscriviti alla Newsletter e scarica gli estratti delle mie Guide

Iscriviti alla newsletter di EfficaceMente! Potrai scaricare a gratise gli estratti delle mie Guide. In esclusiva per te, anche le Pillole di Efficacia: strategie rapide di Crescita Personale.

VOGLIO ISCRIVERMI 》
Già 135200 iscritti
Sarai dei nostri?
  • Agire,agire, e agire XD
    Credo che chi si avvicina a questo nuovo modo di intendere le cose debba avere un periodo di informazioni da accumulare,ma poi prima o poi bisogna agire e andare a sfidare se stessi XD

    Ottimo articolo,molte volte ci perdiamo veramente nei meandri di internet a riempirci di informazioni utili e inutili.

  • Valentina

    E’ bellissimo scoprire che uno dei miei blog preferiti cita il guru dei guru, ovvero Il santone di Quelo, la religione pret a porter!
    Grazie per l’articolo, Andrea.

    • Corrado Guzzanti è un mito ;-)
      Grazie a te per il commento.
      Andrea.

  • Lo sviluppo personale è un’esigenza dell’essere umano e non l’hanno inventato gli americani o gli inglesi, ma le grandi civiltà del mondo.

    I greci parlavano del fatto che “tutto è divenire” e di “kalòs kài agathos”; i romani hanno improntato la loro cultura sulla crescita personale, da Cesare a Cicerone, da Seneca e Virgilio etc (chi si vuole documentare sul tema legga i saggi del filosofo francese Michel Foucault dedicati al concetto greco e latino della “cura di sé”: ci sono tutti i principi del coaching).

    Io sono arciconvinta che per molte persone corsi, seminari e libri non servano a nulla perché vengono affrontati con il principio della delega della propria responsabilità: si va ai corsi e si legge un libro con la speranza che dà li’ giungano le soluzioni ai propri problemi, già con l’intenzione di non metterci nessun impegno.

    Ma non funziona cosi’ e, soprattutto, cosi’ non funziona…

  • Bellissimo spot anti Guru! e in fondo una grande verità, se stiamo “solo” ad ascoltare, poco ne trarremo di vantaggio. Invece voto per la teoria dei piccoli passi. Piccole abitudini quotidiane che nel tempo possono portare cambiamenti enormi, dopotutto è o no crescita personale? :-)

    ciao Andrea e complimentoni!

    • Grazie a te Roberto,
      Andrea.

  • gianni

    Ciao Andrea mi rivedo perfettamente in questo articolo.Nel breve periodo i risultati non sono eclatanti ma alla lunga i percorsi di crescita personale ripagano di tutti gli sforzi compiuti.
    Il passo dalla teoria alla pratica è determinante.
    Complimenti e grazie degli stimoli(gratuiti!!) che offri con il tuo blog
    Gianni.

  • Michela

    Ciao Andrea,
    concordo con tutto quello che hai scritto. Anch’io come molti altri
    mi sono ritrovata a leggere un sacco di libri, ad ascoltare una miriade di audio e quant’ altro per iniziare un percorso di crescita personale e finanziaria. Però strada facendo mi sono accorta che la teoria rimaneva tale, l’azione non seguiva mai le mie letture.
    Dopo di che, mi sono data una bella scrollata ed ho iniziato ad agire
    veramente, ora vediamo che succede. Agire significa nel mio caso mettere in discussione tutte le mie convinzioni.Ormai il percorso è iniziato e la rivoluzione è in atto. Buona giornata.
    Michela.

  • Io aggiungere un punto prima del 2 Crederci. Lo chiamerei Diventa Possibilista.
    Ho notato dalla mia esperienza professionale come il crederci spesso diventa una “scusa” per non agire: “Se non ci credo, non funziona, quindi non faccio nulla”.

    Ma prima di arrivare a credere, basta, come dice Jovanotti, allentare le proprie rigidità, ammettendo che le cose “possono” anche essere diverse da come le concepiamo noi.

    Questa fase intermedia di “dubbio”, lascia lo spazio a nuove esperienze, perché non si sente la costrizione ad aderire a un nuovo modo di percepire la realtà. Permette quindi una transazione con minori resistenze interiori.

ISCRIVIMI 》
Iscriviti! ...e non perdere i nuovi articoli
In regalo per te gli estratti delle mie Guide