EfficaceMente

Crescita Personale: esempi pratici

135.203
Iscritti
ISCRIVIMI 》
Iscriviti! ...e non perdere i nuovi articoli
In regalo per te gli estratti delle mie Guide

Come avere i soldi per i tuoi sogni (evitando i debiti)

Una strategia efficace per avere soldi, realizzare i tuoi sogni e tenere alla larga i debiti.

avere soldi

“I soldi sono un ottimo servitore, ma un pessimo padrone.”

Francis Bacon.

Nota dell’autore: oggi ospito un guest post di Christian Roncarolo che ci spiegherà una strategia pratica per avere soldi per realizzare i propri obiettivi, tenendosi alla larga dai debiti. Christian vive a Torino ed è stato un trader professionista con abilitazione SIAT (Società Italiana Analisi Tecnica); attualmente ha deciso di dedicarsi al 100% alla sua passione per il web marketing e gli infoprodotti, che potrai trovare anche in questo articolo.

La libertà finanziaria è un tema che mi è molto caro e a cui ho dedicato più di un articolo in passato. Credo infatti che sia molto difficile poter esprimere appieno il proprio potenziale quando si è oberati dai debiti e l’unico pallino fisso che abbiamo in mente è come poter pagare le bollette a fine mese.

Fare soldi, ma soprattutto, essere in grado di gestirli EfficaceMente non è una chimera, ma un obiettivo che può essere raggiunto applicando le strategie corrette.

Vediamo quali di queste strategie si sono dimostrate particolarmente efficaci per Christian.

Perché non riesci a gestire i tuoi soldi

Nel percorso per arrivare a maturare il mio personale approccio nei confronti dei soldi ho affrontato periodi di ristrettezze economiche, ho sciupato i miei risparmi e ho provato a tracciare ogni singola spesa per poi mollare dopo neanche 1 mese!

Insomma non sono un genio del crimine e ho trovato il mio Metodo solo attraverso numerosi tentativi: sarai tu a valutare la validità di questo metodo e scoprire da subito come applicarlo nella tua vita quotidiana per raggiungere la libertà finanziaria.

Come fare, quindi, ad avere i soldi necessari a realizzare i propri desideri, tenendo alla larga i debiti, anche durante una crisi economica? Serve essere degli esperti di finanza o contabilità? Serve essere ricchi dalla nascita? Serve una dedizione assoluta ed impegno incondizionato? Per quella che è la mia esperienza, la risposta è: no.

Eppure un sacco di persone, quando si parla di risparmi, getta la spugna dopo poco tempo ripetendo a se stesse scuse del tipo: “ho le mani bucate”, “risparmiare è troppo faticoso”, “si vive una volta soltanto”, “voglio godermi la vita”, etc, etc.

In realtà gestire i propri soldi efficacemente non è difficile se… adotti il giusto approccio.

Chi non è abituato a gestire il proprio denaro e a risparmiare, quando si trova davanti all’inevitabile necessità di cambiare abitudini, generalmente passa da un estremo all’altro. Inizia così a registrare ogni singolo centesimo speso, analizzando le proprie uscite in maniera chirurgica. Ma l’ossessione del controllo da spesso frutti… acerbi. Ben presto si associa dolore, noia e frustrazione all’abitudine del risparmio, che viene presto abbandonata.

La verità è che tutto questo controllo non serve, inoltre i risultati di questo approccio tendono ad essere più lenti e quindi più demotivanti. Vediamo allora una strategia più efficace per gestire il proprio denaro.

Una possibile soluzione

Per iniziare a gestire i tuoi soldi ti suggerisco questi 3 passaggi:

  1. Parti per gradi adottando un “Bilancio Lite” (vedremo nei paragrafi successivi in cosa consiste nello specifico).
  2. Fai leva sui risultati ottenuti per accrescere la tua motivazione e determinazione.
  3. Adotta, una volta che ti sentirai pronto, la Strategia Completa (tutti i dettagli nei paragrafi successivi).

Il Bilancio Lite

Se mi chiedessero qual è l’unico parametro, veramente importante, da tenere d’occhio per gestire i propri soldi, risponderei: il “Budget Disponibile“, ovvero quella cifra che puoi spendere mensilmente senza dover contrarre dei debiti. Non ha bisogno di altro: un unico e semplice parametro. Questo è il segreto per non abbandonare l’abitudine ed imparare a gestire le tue finanze in pochi giorni.

La Strategia Completa

Per applicare al meglio la strategia completa che voglio suggerirti devi innanzitutto prendere carta e penna e rispondere onestamente a queste 3 domande:

  1. Qual è la quota di risparmi che, se avessi da parte, ti farebbe sentire al sicuro in caso di emergenze e spese impreviste? Segnala sul tuo foglio: questa sarà la tua Cassaforte Imprevisti.
  2. Qual è il prossimo obiettivo/desiderio che vuoi raggiungere (es. un viaggio coast to coast negli Stati Uniti, una Ducati nuova fiammante, accontonare 5.000€, etc.) e quanti soldi ti servono per realizzarlo? Segnati anche questa cifra sul foglio: questa sarà la tua Cassaforte Desideri.
  3. Ad ogni nuova entrata, che percentuale della stessa vuoi destinare alle tue Cassaforti?! Io ti consiglio di non andare mai sotto al 20%: questa sarà la tua Percentuale. Credi che risparmiare il 20% delle tue entrate sia eccessivo?! Arrivi a malapena a fine mese? Pagare se stessi prima di ogni altra cosa è uno dei segreti di molti milionari.

Una volta che avrai risposto a queste domande sarai pronto per creare la tua Cassaforte Imprevisti e la tua Cassaforte Desideri. In che modo?! Apri un nuovo conto corrente, conto deposito o semplicemente acquista una postepay, e fai confluire lì, di volta in volta, la percentuale che hai deciso di destinare alle tue casseforti.

Attento alla sequenza che seguirai! è importante: prima di riempire la tua Cassaforte Desideri, assicurati di aver raggiunto il tuo obiettivo per quanto riguarda la Cassaforte Imprevisti.

“Prima il dovere e poi il piacere”.

Passiamo ora al Foglio di Contabilità, e creiamo le categorie di entrata/uscita.

Ricorda: non sei un contabile! Ti basteranno da 1 a 3 categorie di entrata e da 7 a 10 categorie di uscita. Che fare con queste categorie?! Ti serviranno a capire dove e quanto poter risparmiare per riempire le tue Cassaforti e raggiungere i tuoi obiettivi finanziari.

Quelli che abbiamo appena visto sono gli elementi cardine della Strategia Completa. Vediamo adesso un riassunto di quella che sarà la tua operatività durante il mese:

  • Il primo giorno di ogni mese, sul tuo Foglio Excel, segna il budget di partenza e sottrai le tue “spese fisse”.
  • Aggiorna il tuo budget spendibile ad ogni entrata/uscita e decidi le tue spese future solo in funzione del tuo budget.
  • Usa i soldi delle Casseforti solo per realizzare i tuoi obiettivi/desideri o per gestire i tuoi imprevisti.
  • L’ultimo giorno del mese, ritagliati 15 minuti (non serve di più) per analizzare le tue spese e scrivere quali “aggiustamenti di rotta” devi compiere per il mese successivo. Ti consiglio di utilizzare il tuo diario personale per questa attività di fine mese.

Questa Strategia completa prende il nome di Metodo Patrimonio Netto.

Per approfondire gli argomenti trattati e scaricare una video guida passo-passo per l’implementazione del Metodo Patrimonio Netto visita Bilancio Familiare Personale.

Christian.

Foto di Carsten Schertzer

Problemi con gli Esami?

Iscriviti alla Newsletter e scarica gli estratti delle mie Guide

Iscriviti alla newsletter di EfficaceMente! Potrai scaricare a gratise gli estratti delle mie Guide. In esclusiva per te, anche le Pillole di Efficacia: strategie rapide di Crescita Personale.

VOGLIO ISCRIVERMI 》
Già 135203 iscritti
Sarai dei nostri?
  • baro

    Non è un guest-post, è uno spot-post. Orribile.

    • Ciao baro: ti ringrazio per il commento. Un po’ feroce ma schietto.
      Saltuariamente (circa 1-2 volte all’anno) ospito guest post pubblicitari, o come li chiami tu: spot post ;-)
      EfficaceMente non è una onlus, ma come ho sempre detto con orgoglio, rappresenta anche un mio piccolo progetto imprenditoriale.
      Questo significa a volte anche fare errori, che vengono giustamente puniti dai lettori: ma personalmente non trovo nulla di orribile nel parlare di un servizio che credo possa aiutare i miei lettori a migliorare e raggiungere i propri obiettivi. Inoltre preferisco farlo con un post che da subito del valore gratuitamente, piuttosto che con un semplice banner.

      Andrea.

      • Ciao Andrea, io invece volevo chiederti il permesso di riprodurne una parte sul mio blog.
        L’ho trovato molto vero ed utile!

      • baro

        Sono d’accordo, puoi aggiungere tutti i post pubblicitari che vuoi. Ma in molti blog statunitensi, quelli seri, prima scrivono, in alto, subito sotto al titolo, ci mettono per inteso che il post che segue non è di un ospite, ma che è commissionato da uno sponsor, per motivi che hai accennato anche tu, che condivido, ma che dovrebbero essere più chiari ed evidenti, a mio modo di vedere.

      • Quel “quelli seri” non mi è piaciuto, te lo dico con altrettanta schiettezza. Il Blog non ha sponsor: lo gestisco io e decido io come meglio monetizzare (anche sbagliando, ma indovina un po’: se non sbagli non cresci). Come ti dicevo, saltuariamente do spazio a colleghi blogger che vogliono presentare le proprie idee e/o i propri servizi.
        Ricevo decine di proposte da veri e propri “sponsor” che potremmo definire “mainstream”: me ne fotto delle marchette ai brand rinomati, al contrario do spazio con piacere a blogger come me che stanno cercando di trasformare la loro passione in qualcosa di più concreto.

  • Ciao Andrea, so che non è facile come sembra estire un blog ed ho molta stima del lavoro che fai. Ogni settimana arricchisci me e i tuoi lettori di riflessioni interessanti.

    Forse è per questo che qulcuno stoni un tantino anche se ugualmente arricchente. Anche l’ultimo poteva essere uno spot, io personalmente l’ho trovato interessante e utile. (devo ancora legere il libro: ahime la procastinazione)

    Ciò che fai, lo fai alla luce del sole e permetti a tutti, SENZA FILTRI, di mandarti commenti. Sono colpito di come anche l’osservazione di Baro diventi una occasione di riflessione, semplice, trasparente, chiara e per questo arricchente.

    Anche Baro fa altrettanto: è chiaro e diretto.

    È difficile in questi casi sconfinare dalla dialettica e dal confronto costruttivo alla polemica sterile.

    Il lasciarci postare liberamente le nostre impressioni mi fa pensare che hai una grossa stima i noi tuoi lettori che apprezzo molto.

    • Grazie del commento Claudio.

      Sono un trader appassionato e ciò che mi appassiona è soprattutto la componente psicologica. Nel trading il difficile non è fare “gain”, ma gestire i “loss”.

      Anche se il mio desiderio è quello di poter pubblicare sempre articoli di qualità eccelsa, ci saranno sempre ed inevitabilmente dei “loss”. Si impara la lezione e si va avanti.

      In merito ai commenti dei lettori, modero solo quelli che contengono insulti gratuiti e spam, ma fortunatamente sono pochissimi. Si, ho massima stima di chi mi legge perché un blog senza lettori sarebbe solo una pagina di un salame che parla da solo al vento.

      Buona giornata.

  • DanP

    Ciao Andrea, un bel spot-post , guest-post, comunque sia, chiaro e diretto. Posso aggiungere un piccolo contributo, pratico. Io ad esempio, metto da parte 1Euro al giorno, risparmio su piccole cose, e alla fine dell’anno mi ritrovo 400 euro in più, che uso o per mettere da parte, o togliermi qualche sfizio…Segreto da universitario ;)…
    Auguri di buona Pasqua Andrea.

    • Il potere delle piccole azioni costanti DanP… credo che presto ci dedicherò un bel free-spot-post ;-)))

  • Allegra

    Scusate se mi intrometto… Io ho trovato utile questo post. Perché dovrebbe essere spam??

    Seguo il tuo blog, Andrea, e apprezzo sempre i consigli e gli spunti che condividi.

    Sono andata a farmi un giro sul sito di Christian Roncarolo e non mi sembra si tratti di una bufala. Per curiosità ho anche scaricato la versione gratuita del suo prodotto. Se mi tornerà utile, potrò ringraziare solo il fatto che tu hai pubblicato questo post, perché altrimenti non ne avrei saputo niente.

    Quindi: grazie! :)

    • Ciao Allegra,
      grazie a te del commento.

      No vabbé… sono 4 anni che cerco di investire sulla fiducia dei miei lettori… diciamo che le bufale cerco di non pubblicarle! ;-)
      Ti assicuro che almeno un paio di volte a settimana ricevo proposte di collaborazione per servizi/prodotti superfragilistichespiralitosi.
      Ma per natura sono diffidente e se decido di pubblicizzare qualcosa con il contagocce, ci metto la faccia perché so che è qualcosa che merita e che è coerente con i miei valori.

      (miiih che paraculo che sono!!! ;-)

      Ps. ne approfitto per augurare buona pasqua a tutti.

  • Gionata

    Ciao Andrea,

    a me il post è piaciuto ed onestamente mi sembra anche molto utile.

    Il richiamo ai servizi di Christian secondo me ci può stare, non mi pare sia fatto in maniera subdola e tu Andrea, specificandolo nella prefazione, hai agito in maniera trasparente lasciando trarre ai tuoi lettori le loro considerazioni.

    • Grazie del commento Gionata, mi fa piacere che anche tu abbia trovato il post Utile. I concetti riportarti da Christian sono coerenti con il Capitale di Sicurezza ed il Capitale di Crescita di cui parlai ormai 3 anni fa in uno dei miei primi articoli, ma riproporli sotto un altro punto di vista credo sia importante.

      Andrea.

  • Leo

    Ciao Andrea,
    complimenti per il blog e per l’articolo, ti dirò che cade proprio a fagiolo…. Il risparmio è un argomento che mi sta molto a cuore:-)

    Avere qualcuno che, come te e Christian, ci consiglia strategie per come gestire EfficaceMente le nostre entrate, è una grande RICCHEZZA!!

    Grazie per il lavoro che stai facendo e ben vengano i tuoi ospiti quando portano contenuti importanti come oggi!!

    Buona giornata
    Leo

    • Grazie a te del commento Leo.
      La crescita finanziaria è indubbiamente uno degli elementi essenziali della crescita personale. In futuro aggiungerò qualcuno dei miei post a quelli già scritti in passato su questo argomento.

  • Marco

    Spot o meno, il blog è tuo e ci fai quello che vuoi, poi ogni utente arriva alle sue conclusioni !!!

    All’inizio questo articolo l’ho un pò sottovalutato, mi sembrava un pò scontato e semplice….ma del resto son proprio le cose ovvie e semplici che spesso tralasciamo.

    Quindi per me è stato utile a tornare “coi piedi per terra” e non pensare solo a cose in “grande”…

    Bravi !

    • Ottimo, mi fa piacere Marco,
      alla prossima.

      Andrea.

  • Massive

    Che cavolata! Anche alle elementari sanno come avere soldi mettendoli nel salvadanaio… per il bilancio poi basta quello della banca, soprattutto se si usa una carta di pagamento e l’addebito delle bollette, al massimo esportarlo in excel per averlo offline o per farci qualche personalizzazione.

    Gli altri post sull’argomento erano fatti molto meglio.

  • Alessandro

    Massive mi ha anticipato, volevo sottolineare come, a mio modesto avviso questo guest post (giusto il commento che puoi fare quello che vuoi con il tuo blog) semplicemente abbassa la media della qualita’ dei tuoi post… nel senso che i tuoi sono sempre molto piu’ “densi” di contenuti.

    In questo mi sembra di aver letto cose ovvie che forse non per tutti sono cosi’ scontate ma ci vuole davvero poco per “darsi una regolata” senza grandi fogli di calcolo e sistemi avanzati…

    Hai un obiettivo? consideri il costo e dividi per i mesi che ti separano dall’evento… dovrai risparmiare ogni mese almeno quell’importo… e poi basta non avere le mani bucate…

    Poco contenuto… tutto qui… diciamo che preferisco di gran lunga i NON GUEST post… ;)

    Mi spiace scrivere solo per criticare… colgo l’occasione invece per sottolineare che apprezzo moltissimo tutti GLI ALTRI tuoi post…

    … e non vedo l’ora di leggere il prossimo.

    • Ciao Alessandro,
      piacere di risentirti e grazie del contributo.

      Approfitto del commento per rispondere anche a Massive. L’intera finanza personale potrebbe essere riassunta in una semplice frase: “verifica che le tue entrate siano sempre superiori alle tue uscite”.

      Semplice. Lineare. Banale.

      Poi scopriamo che gli italiani sono più indebitati che mai, che lo stesso Stato ha un debito ormai insostenibile, che è in atto un vero e proprio credit crunch. Se è tutto così semplice, elementare e banale, perché sta succedendo quello che sta succedendo?

      No, credo banalizzare sia sciocco, credo che sia opportuna una nuova educazione finanziaria: c’è chi sarà qualche passetto avanti in questa educazioni, ma purtroppo molti devono ancora acquisire le basi e per farlo anche strumenti semplici come quelli proposti da Christian possono essere di grande utilità.

      Alla prossima.

      Andrea.

  • Antonio

    Ciao Andrea,
    l’articolo non mi è piaciuto molto, ma penso comunque che i guest-post siano utili alla crescita del blog.

    Sarebbe bello se si creasse un forum di EfficaceMente, magari ripostando sul blog i migliori post degli utenti :)

    • Ciao Antonio, purtroppo il tempo che posso dedicare ad EfficaceMente al momento è limitato ed un forum va un po’ oltre le mie possibilità.

      Ma cercherò di valorizzare per quanto mi è possibile i commenti qui sul blog e le interazioni su Twitter e Facebook.

      Per quanto riguarda i guest post, ero indubbio fino all’ultimo se pubblicare o meno il post di Christian: temevo un po’ la reazione dei miei lettori afficionados, ma ho deciso comunque di pubblicarlo perché stimo molto chi prova a vivere delle proprie passioni e poi il tema della libertà finanziaria credo sia molto importante.

      A presto,
      Andrea.

  • Morgana

    Mi sembra molto pragmatica e dispendiosa come cosa, secondo me una soluzione molto più utile sarebbe vivere nel qui e ora… senza farci prendere dalla paura del risparmio per crisi o rimanere senza soldi, e senza comprare di tutto perchè ci si sente meglio o bene …
    Se non si risolvono i problemi alla base…vabè questione di subconscio e armonia spirituale.

    In realtà non abbiamo bisogno di niente di più o di meno di ciò che abbiamo.

    Bel blog!

  • Rosalba

    Come nelle migliori famiglie, ma anche le peggiori, appena si parla di soldi, si litiga. Di solito, lo fa chi spende di più e peggio e sentendosi scoperto come il bimbo con le mani nella nutella, s’incacchia. Ora, il mio diplomino di ragioniera lo tengo, ma per averlo, ho cominciato ad amministrare i miei soldi alla tenera età di 14 anni, in quanto per i miei, era moooolto meglio investire le mie due braccia nel lavoro dei campi. Oggi, dopo tantissimi anni, combatto con lo stipendio misero di mio marito e bla bla bla. Ora arrivo al dunque. Quello che è stato detto è giusto. Molte persone, giusto per farvi solo uno di esempio, vivono lottando contro la convinzione antichissima della grande ditta che gestiva la linea telefonica di casa e…non si rendono conto che oggi, solo di cellulari, ricarche, sms a gò-gò dei giovani di oggi e sfido qualsiasi tariffa super-economica, accumulano nell’arco di un mese. Se a queste sommiamo le spese multiple, moltiplicate in ogni casa in cui che il bis o il tris di ogni bene di consumo…Alla fine se a questo budget mettiamo, i vestiti griffati soloperchètuttiliindossanoeperchèiono, vi troverete una somma che potrebbe darvi moooolto di più. Allora, per tutti quelli che hanno postato, vi faccio solo una domanda: fumate? Bene, fatevi solo questo piccolo calcolo senza il diploma di ragioniere: quanti soldi spendete solo di sigarette al mese??? Poi, se volete, riparliamo dello schemino, dei soldi e degli articolo giusti o sbagliati di questo blog. Personalmente faccio i complimenti, ennesimi a chi lo gestisce.
    Ciao. Ro

  • stefano

    Oltre 10 anni fa decisi di affrontare un percorso con una psicoterapista
    ,non avevo gravi problemi ma me lo consiglio una cara amica e volevo affrontare le cose in modo diverso da come fino ad allora le avevo affrontate.
    Iniziai a fine novembre le prime due sedute furono particolarmente intense.
    Il 1° gennaio mi svegliai e provai un impulso fortissimo a regolamentare le entrate/uscite ( pur non avendone parlato) e feci un foglio excel molto simile a quello che consigliate.Da quel momento il mio livello di stress legato ai soldi diminuì di tanto.
    La stessa cosa successe con il rapporto con il cibo e persi circa 20 kg. semplicemente guardando come gestivo i soldi e il cibo in modo distaccato e come se si trattasse di un altra persona

  • anita

    sono grata a Cristian per questa meravigliosa lezione di economia domestica!io lo promuoverei insegnante e gli farei girare le scuole per erudire i pargoli su come si diventa padroni del proprio denaro.Io ho imparato tutto da sola,attraverso corsi e libri e,giuro,quando metti nero su bianco entrate ed uscite,prima ti viene il panico,poi impari a capire il meccanismo.Il grosso problema del popolo italiano è che non possiede nessuna educazione finanziaria.Percio’ ancora grazie a Cristian!

  • Ottica OnevisiOn

    Buongiorno, sono capitato su questa pagina interessante ma il link Bilancio Familiare in Excel lite porta oggi ad un audiolibro…

ISCRIVIMI 》
Iscriviti! ...e non perdere i nuovi articoli
In regalo per te gli estratti delle mie Guide